Sul lettino di Freud - Nella Stanza dello Psicologo
15303
post-template-default,single,single-post,postid-15303,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
libro-freud

Sul lettino di Freud

“Ernest amava fare lo psicoterapeuta. Giorno dopo giorno, i suoi pazienti lo invitavano nei luoghi più intimi delle loro vite. Giorno dopo giorno, lui offriva conforto, si occupava di loro, ne alleviava la disperazione. In cambio era ammirato e apprezzato. E pagato, per quanto avesse pensato spesso che, se non avesse avuto bisogno di soldi, avrebbe fatto quel lavoro anche gratis.

Fortunato colui che ama il suo lavoro. Ernest si sentiva fortunato, certo. Più che fortunato. Benedetto. Era un uomo che aveva trovato la propria vocazione, che poteva dire: “Esprimo perfettamente me stesso, sono al culmine dei miei talenti, dei miei interessi, delle mie passioni”.

Inizia cosi’ la storia di Ernest Lash, uno dei tre protagonisti psicoterapeuti di questo romanzoche insieme a Seymour Trotter e Marshal Streider, nel Nord della California, condividono pensieri e riflessioni della loro pratica terapeutica.

Grazie a Yalom, avrete il piacere di scoprire cosa accade nella mente del paziente durante un percorso di analisi ma soprattutto cosa accade nella mente dell’analista, in tutta la sua autenticità e a volte non-onestà.

E’ un libro per psicologi, è un libro per pazienti, è un libro per chiunque voglia avvicinarsi a quel sentiero ricco di emozioni, sentimenti, dolori e nuove scoperte che è la Psicoterapia.

 

  • Irvin D. Yalom, “Sul lettino di Freud”, trad. it. Neri Pozza, Vicenza 2015

 

Dott.ssa Francesca Casamassima